5 grandi alberi di ciliegio del Giappone

Mentre i fiori di ciliegio hanno già raggiunto la piena fioritura in alcune parti del Giappone, è interessante elencare 5 speciali ciliegi che sono classificati come grandi alberi di ciliegio in Giappone (日本 五大 桜, Nihon Godai Zakura), designati come tesori nazionali dal governo nel 1922.

1. Yamataka Jindai Zakura (山高神代桜), Hokuto, prefettura di Yamanashi
Considerato l’albero più antico del Giappone, si ritiene che lo Jindai Zakura sia stato piantato dal principe Yamato Takeru (vedi qui per la sua leggenda) circa 1.800-2.000 anni fa, dopo aver terminato con successo la campagna nella parte orientale del Giappone. Un’altra leggenda narra che nel dodicesimo secolo, quando l’albero stava morendo, le preghiere del monaco buddista Nichiren lo riportarono alla salute. Lo Jindai Zakura è anche il più grande albero di ciliegio del Giappone, con un’altezza di più di 10 metri e 10 metri di larghezza.

2. Miharu Takizakura (三春滝桜), Miharu, prefettura di Fukushima
Il nome di Miharu Takizakura significa letteralmente ‘albero di ciliegio a cascata’, dato il modo particolare in cui i rami si piegano verso il terreno. Mentre la città di Miharu ha subito gravi danni dopo il grande terremoto nel Giappone del 2011, questo ciliegio di oltre 1000 anni non è stato toccato dalla devastazione. Il Miharu Takizakura è stato infatti considerato da molti un simbolo di speranza: nonostante la situazione, quando i fiori di ciliegio sono sbocciati, migliaia di persone hanno deciso di ammirarli. Lentamente, il flusso dei turisti è migliorato e si stima che tra 250.000 e 500.000 persone visitino l’albero ogni anno.

3. Ishitokaba Zakura (石戸蒲ザクラ), Kitamoto, prefettura di Saitama
Piantato 800 anni fa, lo Ishitokaba Zakura è l’unico incrocio tra le varietà Edohigan e Yamazakura nel mondo. Se siete a Tokyo durante la stagione dello hanami, questo è il più vicino da raggiungere tra i cinque alberi. Controllate la mappa qui sotto per conoscere la posizione, poiché potrebbe essere difficile da trovare.

4. Usuzumi Zakura (淡墨桜), Motosu, prefettura di Gifu
Un altro bellissimo albero con un nome particolare, si dice che lo Usuzumi Zakura sia stato piantato dall’imperatore Keitai 1.500 anni fa. Il nome dell’albero si riferisce al colore dei petali dei suoi fiori: usuzumi significa infatti “inchiostro pallido”, che è il nome per un colore nero chiaro usato spesso nella calligrafia giapponese. Prima della fioritura, i boccioli sono di un rosa tenero, quindi si trasformano in bianchi nel periodo di fioritura, e in un colore tendente al grigio una volta caduti a terra, da cui il nome. Negli anni ’50 l’albero stava soffrendo, ma, grazie all’intelligenza delle persone nella città, lo Usuzumi Zakura tornò in salute dopo un trattamento di innesto alle radici.

5. Kariyado no Gebazakura (狩宿の下馬桜), Fujinomiya, prefettura di Shizuoka
Sebbene fosse conosciuto come uno degli alberi di ciliegio più forti e più alti del Giappone, raggiungendo i 35 metri, il Kariyado no Gebazakura è stato indebolito da tifoni e venti forti durante gli anni. Al Kariyado no Gebazakura viene fatto riferimento in poesia e aneddoti riguardanti la sua bellezza e magnificenza in relazione al cuore e ai sentimenti delle persone. L’albero si erge su un campo di fiori di colza gialli, che creano un piacevole effetto cromatico con i petali rosa dei fiori di ciliegio.

Per tutti questi alberi di ciliegio, vedrete i pali usati per sostenere i rami, poiché diventano molto pesanti con fiori e fogliame e correrebbero il rischio di rompersi.

Articoli correlati:
5 fiori tipici del Giappone (Parte 1)
5 fiori tipici del Giappone (Parte 2)
5 cose da fare in Giappone in primavera
I preferiti: I Giardini Est del Palazzo Imperiale di Tokyo
Festival giapponesi: lo Hana Matsuri
Gemme nascoste: Santuario Azuma a Asakusa, Tokyo, & la leggenda del principe Yamato Takeru

Rispondi