Tradizioni giapponesi: Tanabata

Ecco che arriva il periodo dell’anno in cui ti rendi conto che è estate! A seconda della regione in cui ci si trova, Tanabata si svolge il 7 luglio, o il 7 agosto, o vicino a queste date; se siete in visita, controllate le informazioni locali sul festival.


photo credit: Patrick Vierthaler Kitano Tenmangu 北野天満宮 via photopin (license)

La leggenda di Tanabata (七夕) nacque in Cina e divenne una storia comune alla corte giapponese solo dopo il periodo Heian (794-1185). Anche se ci sono diverse versioni della leggenda, essa ruota intorno alle figure di due amanti, il cui destino è quello di incontrarsi un solo giorno all’anno, proprio la settima notte del settimo mese. Ed è sempre interessante quando c’è di mezzo l’astronomia.

La leggenda racconta le sorti di Orihime (織姫), figlia di Tentei (天帝), Dio del cielo, tessitrice degli indumenti degli dèi, che, dopo essersi lamentata con il padre sulla mancanza di interazioni sociali, è data in sposa a Hikoboshi (彦星), il mandriano. Presto, i due sono sopraffatti da amore e passione e trascorrono tutto il giorno insieme, disertando le proprie responsabilità e, di conseguenza, causando l’ira degli dèi. Nonostante i rimproveri di Tentei, la situazione non cambia, così che il Dio decide di punire i due amanti separandoli.


photo credit: peter-rabbit 07072015_109 Tanabata Evening at Shitennoji Temple, Osaka JP | 大阪・四天王寺 七夕のゆうべ via photopin (license)

Da questo momento, la leggenda di Tanabata diventa veramente il mito della creazione della Via Lattea, ovvero il fiume d’argento che dovrebbe per sempre separare Orihime e Hikoboshi, le stelle Vega e Altair. Se vivete nell’emisfero boreale, potete facilmente individuare le due stelle, rispettivamente nelle costellazioni di Lyra e Aquila, come parte del triangolo estivo insieme a Deneb.

Anche se Orihime e Hikoboshi dovrebbero vivere per sempre lontani, la loro tristezza commuove gli dèi, che decidono di permettere ai due amanti di incontrarsi una volta all’anno. A seconda della versione, il ponte che collega Orihime a Hikoboshi è uno stormo di gazze, animale tradizionalmente associato al benessere e alla felicità coniugale, o è rappresentato da Deneb; la stella, in un’altra versione, è lo chaperone che accompagna Orihime dal marito.


photo credit: Patrick Vierthaler Tanabata 七夕 via photopin (license)

Oggi, durante le celebrazioni per Tanabata, vengono utilizzati sette diversi tipi di decorazioni. I più famosi nel mondo occidentale sono probabilmente i tanzaku (短冊), piccole strisce di carta colorata su cui le persone scrivono i propri desideri, poi appese sui rami di bambù. Altre decorazioni per Tanabata includono i senbazuru (千羽鶴), origami a forme beneaugurali come le gru; i kuzukago (屑籠), cestini di carta; i toami per buona pesca; i fukinagashi (吹き流し), che simboleggia i tessuti di Orihime; i kamigoromo, kimono di carta; i kinchaku (巾着), sacchetti di carta di piccole dimensioni per contenere soldi, per significare capacità di non sprecare.

Si può trattare Tanabata come molti altri festival estivi o come una celebrazione particolare, come accade per il famoso Festival di Sendai che si tiene ad agosto. Potete scegliere di indossare uno yukata e visitare le bancarelle alla sera, ma non dimenticate di festeggiare con qualcuno che amate, che sia un partner, un amico o un fratello!

 

Della stessa serie:
Tradizioni giapponesi: Tsukimi – ammirare la Luna piena autunnale (con ricetta del mochi)
Tradizioni giapponesi: le bambole kokeshi

 

Rispondi